HOME PAGE‎ > ‎Scuderie‎ > ‎

Cooper

Risultati immagini per cooper f1


Scuderia automobilistica fondata da Charles e John Cooper negli anni quaranta, dopo aver vissuto alcune stagioni di Formula 1 a fasi alterne, visse il periodo di maggior fortuna alla fine degli anni cinquanta, portando in pista nel 1959 una vettura rivoluzionaria con motore posteriore (all'epoca si usava anteriore), che risultò molto maneggevole e leggera, permettendo a Jack Brabham di vincere il titolo, cui seguì il bis nel 1960, con Brabham ancora campione e spesso seguito a ruota dal compagno di squadra Bruce McLaren.

Da quel momento però il team imboccò una fase discendente, prima presa in contropiede dal cambio regolamentare che modificò i motori, poi da una situazione economica non più rosea, cui i vertici cercarono di far fronte con il massimo dell'impegno e dell'organizzazione, come avvenne a Montecarlo nel 1962 quando la Cooper si presentò con entrambi i piloti, due vetture e due soli meccanici, vincendo comunque la gara.

Dopo l'addio di Brabham, che fondò un proprio team, rimase il solo McLaren (poi affiancato da Rindt) a tenere alta la bandiera, mentre alcuni piloti privati corsero con vetture Cooper nel 1965 e nel 1966, anno in cui (nonostante l'abbandono di McLaren, stimolato come Brabham dalla costituzione di un proprio team) vi fu una lieve inversione di tendenza grazie a sei podi e alcuni piazzamenti a punti.
L'aver optato per la motorizzazione Maserati non rivelò vincente in un momento in cui tutti si legarono al Ford Cosworth, destinato a dominare la scena negli anni successibi: nel 1967 arrivò l'ultima vittoria, con Rodriguez, canto del cigno per la scuderia inglese che continuò ad arrancare fino al 1969, quando partecipò ad un solo gran premio con Vic Elford, nell'occasione classificato settimo, prima del definitivo addio alla Formula 1.


La Cooper T59 vista da vicino



Stirling Moss alla guida della Cooper