HOME PAGE‎ > ‎MULTIMEDIA‎ > ‎Articoli e libri‎ > ‎

La irripetibile stagione di F1 1976



La irripetibile stagione di Formula 1 1976. Nei ricordi e nell'archivio del ragazzo che ero

Editore Il mio libro

Pubblicato 2018

Pagine 25x13

Lingua Italiano

Autore Francesco Falli


Si è detto tanto sulla stagione di Formula 1 1976, si è addirittura romanzata la storia di quella straordinaria e drammatica stagione sportiva attraverso un noto film di Hollywood, che ha portato la storia di Hunt e Lauda anche al pubblico meno appassionato e informato sulle vicende dei Gran Premi.

Forse mancava un punto di vista importante, quello del tifoso, di chi ha vissuto la spettacolare Formula Uno degli anni settanta tra le immagini della Tv e gli articoli dei periodici del settore; proprio a questa visione si dedica l'opera di Francesco Falli, che descrive in modo perfetto l'atmosfera del pubblico di allora, così diverso da quello odierno, proiettato in Hd a pochi centimetri dai propri beniamini.

Francesco ricorda ai suoi coetanei e racconta ai più giovani la speranza di poter vedere una gara in diretta, eventualità non garantita e talvolta disattesa, oppure la ricerca spasmodica di notizie sui piloti meno famosi tra i ritagli di AutoSprint, arrivando fino ai giorni nostri, dove l'autore è riuscito a interloquire con alcuni di essi tramite i social network.

Non solo Lauda e Hunt, nel 1976 sono scesi in pista oltre 30 team, che hanno messo le proprie vetture a disposizione di poco meno di 60 piloti, più o meno presenti in griglia di partenza, lottando per qualificarsi, talvolta spostandosi da una squadra all'altra, oppure cercando la gloria con scuderie private che si arrabattavano come potevano al confronto con i colossi dell'automobile, magari riuscendo in piccole imprese date dal talento, da un pizzico di fortuna e dall'imprevedibilità delle corse di quei tempi.

Un libro da leggere, che vi coinvolgerà come un romanzo, seguendo il giovane Francesco in attesa davanti alla Tv, sperando di poter seguire in diretta le avventure di Lunger o Pesenti Rossi, tanto per citare due "attori non protagonisti" di quell'opera, mentre vi appassionate al duello dei duelli tra Lauda e Hunt, che rivedrete con passione pur conoscendo il finale della storia.


Lo si trova su