Tony Brooks

 


Pilota automobilistico britannico, Tony Brooks è considerato con Stirling Moss uno dei migliori piloti a non essere mai riusciti a conquistare il titolo mondiale. Iniziò a correre nel tempo libero durante il periodo degli studi, diventando il primo pilota inglese a vincere un gran premio a bordo di una monoposto britannica (1955, gran premio di Siracusa non valido per il mondiale, a bordo di una Connaught) conquistando la stima di alcuni team di Formula 1, tanto da debuttare nel 1956 con la Brm, subendo un grave incidente nel gran premio d’Inghilterra.

L’ascesa fu rapida: completamente ristabilito, già l’anno seguente fu secondo a Montecarlo e primo nel gran premio di casa ad Aintree (piazzamento ottenuto condividendo la vettura con Stirling Moss), mentre nel 1958, sempre alla guida della Vanwall, grazie a tre vittorie riuscì a piazzarsi terzo nel campionato del mondo, suscitando l’interesse di Enzo Ferrari che lo ingaggiò per il 1959.

Con la casa del cavallino lottò per il titolo, grazie a due vittorie e ad un secondo posto a Montecarlo, sfortunatamente un guasto gli impedì di partire a Monza, vanificando le sue aspirazioni, chiuse poi il mondiale con un terzo posto a Sebring e la seconda piazza in classifica generale, a soli 4 punti da Jack Brabham.

Dopo aver ottenuto alcuni sporadici piazzamenti alla guida di vetture Cooper e Brm del team Yeoman, si ritirò dalla Formula 1 a soli ventinove anni, con 39 gare all’attivo nelle quali ha conquistato 6 vittorie, 3 pole position e 10 podi; ha inoltre vinto nel Campionato Mondiale Sport la 1000 km del Nurburgring nel '57 e il prestigioso Tourist Trophy nel '58.