Mike Hawthorn


Nato nel 1929 in Inghilterra, l'inglese Hawthorn, primo campione del mondo di Formula 1 d'oltremanica, era solito correre con un caratteristico papillon, sfoggiato per la prima volta in occasione dell’Eastern Trophy tenutosi a Goodwood nel 1952. Si trattava della prima volta in cui Mike correva in una monoposto, precisamente una Two Cooper-Bristol, che gli venne fornita da un amico di famiglia. Mike mise a segno due incredibili vittorie nelle gare di Formula 2 e Formula Libre, e chiuse al secondo posto la gara dedicata alle vetture di Formula 1.


Debuttò in Formula 1 nel 1952, cogliendo un podio nella gara di casa, oltre a due quarti posti, mentre l'anno successivo arrivò la prima vittoria, in Francia, alla guida della rossa, al termine di uno storico duello con le Maserati di Fangio e Gonzales; nello stesso campionato fu in grado di arrivare a punti in tutti i gran premi, chiudendo al quarto posto in classifica generale.

Nel 1954 migliorò ulteriormente, affrontando una stagione in crescendo e centrando nel finale tre secondi posti, oltre ad una vittoria, giunta nella prova conclusiva, disputata a Pedralbes in Spagna, dove al termine di oltre tre ore di gara distanziò Musso di oltre un minuto e doppiò Fangio, terzo classificato.
Nei due campionati successivi affrontò una crisi inaspettata, guidò infatti per Brm, Vanwall e Ferrari riuscendo ad entrare una sola volta in zona punti, con un terzo posto a Buenos Aires nel 1956, in mezzo a ritiri a piazzamenti nelle retrovie, riuscì a vincere la 24 ore di Le Mans del 1955, dopo essere stato coinvolto nel terribile incidente in cui persero la vita Pierre Levegh e 83 spettatori.

Tornato a Maranello in pianta stabile, nel 1957 tornò a competere ad alti livelli, pur non riuscendo a vincere nemmeno un gran premio, fu il preludio del trionfo dell'anno 1958, iniziato in sordina e poi chiuso con la vittoria del titolo grazie ad una straordinaria regolarità; vinse infatti un solo gran premio (sempre a Reims, dove vinse la prima gara) contro i 4 di Stirling Moss, ma con cinque secondi posti, un terzo e un quinto ebbe la meglio per un punto (42 validi su 49 ottenuti),

La gioia per il titolo fu purtroppo breve, in quanto Mike Hawthorn morì l'anno seguente, a soli trent'anni, a causa di un incidente stradale, uscendo di strada alla guida della sua Jaguar.



Storia fotografica del campione britannico