HOME PAGE‎ > ‎CIRCUITI‎ > ‎

Rouen



Il circuito di Rouen-Les-Essarts venne costruito negli anni cinquanta sulla base di un più piccolo tracciato allestito già prima della seconda guerra mondiale e ha ospitato cinque edizioni del Gran Premio di Francia validi per il campionato mondiale di formula tra il 1952 e il 1968: molto veloce e impegnativo, utilizzava in gran parte strade nazionali e dipartimentali, passando in un bosco con forte dislivello altimetrico, sede stradale stretta e vie di fuga ridottissime, in quanto si sviluppava lungo i fianchi di una vallata, caratteristiche che lo rendevano tanto affascinante quanto pericoloso, in particolare la discesa che dal traguardo portava al tornantino Virage du Noveau. Nella prima versione era lungo 5.100 metri, poi nel 1955 si decise di estenderlo a nord e venne portato fino a 6.542 metri, proseguendo dopo la Courbe de l'étoile lungo la statale fino alla curva Gresil, dove svoltando a destra su un lungo rettifilo si raggiungeva la curva la Scierie per poi svoltare ancora a destra e arrivare alla ora velocissima Virage du Paradis, che reimmetteva sul tracciato originale all'altezza del rettilineo di partenza. Dopo la tragica scomparsa di Schlesser la Formula 1 ha definitivamente abbandonato Rouen, poi utilizzato per categorie minori e gare motociclistiche, anche se l'associazione Moto Les Essarts, si batte per salvaguardare ciò che resta del tracciato e organizzare manifestazioni motociclistiche su di esso.

Layout 1951/1954

  

Layout 1955/1971



VIDEO ONBOARD

On board con Graham Hill