HOME PAGE‎ > ‎CIRCUITI‎ > ‎

Nurburgring



La Germania era già protagonista agli albori delle competizioni automobilistiche grazie ai successi di Mercedes e Auto Union e l'entusiasmo contribuì al progetto e alla realizzazione di quello che sarebbe dovuto essere il più difficile circuito al mondo, la cui inaugurazione avvenne il 18 giugno 1927. Il tracciato si snodava attraverso i saliscendi delle alture comprese tra le città di Adenau, Nürburg e Müllenbach e in origine era composto da due circuiti, ovvero la Nordschleife da 22,835 km (172 curve) e la Südschleife da 7,747 km (utilizzata soprattutto per le competizioni minori), ma esisteva anche una configurazione a circuiti uniti, il Gesamtstrecke, da 28,265 km.

Già prima della seconda guerra mondiale il "Ring" raccontò le imprese leggendarie di piloti come Nuvolari (che ottenne una strepitosa vittoria nel 1935), poi nel dopoguerra con l'organizzazione del mondiale di Formula 1, salvo un paio di assenze e una corsa all'Avus, la Nordschleife divenne sede tradizionale del Gran Premio di Germania; la F1 si spostò momentaneamente ad Hockenheim nel 1970 per permettere al Ring l'allargamento della carreggiata, l'installazione dei guardrail e l'addolcimento dei dossi, in seguito alla battaglia di Stewart e altri piloti che invocarono maggiore sicurezza, ma la particolare lunghezza impediva soccorsi celeri in caso di incidente e questo costò quasi la vita a Niki Lauda, che nel 1976 fu gravemente ustionato da un impatto avvenuto su pista umida e solo grazie all'intervento eroico di Edwards, Lunger, Ertl e Merzario riuscì a sopravvivere e tornare a correre.

Dal 1977 l'appuntamento tedesco venne spostato ad Hockenheim ma per riportare la F1 al Nurburgring fu avviata nella zona della Sudschleife la costruzione di una nuova pista, il Gp-Strecke, che avrebbe preso il posto della Nordschleife in tutte le competizioni di massimo livello: l'inaugurazione avvenne nel 1984 con una corsa cui parteciparono solo Mercedes, con vittoria del giovane brasiliano Ayrton Senna. Il nuovo circuito, che nonostante le ovvie differenze con il tracciato "vintage" conteneva diversi punti interessanti, divenne sede del Gran Premio d'Europa e di quello del Lussemburgo, subendo poi il classico ritocco della Formula 1 2.0, che nel 2002 ha eliminato una veloce "S" iniziale per far posto ad un complesso di curve molto lente.

L'attuale disposizione prevede dunque la Gp Strecke da 5,1 km (4,542 senza la porzione detta Mercedes Arena) e la Nordschleife ancora attiva per competizioni, eventi commerciali e turni "turistici", ridotta a 20,832 km, mentre la Südschleife è stata demolita; vi è anche una conformazione definita endurance formata dall'unione della Nordschleife e del Gp Strecke (esclusa l'area della Mercedes Arena), lunga 25,378 km. 
Nel 2012, un possibile fallimento è stato sventato grazie all'intervento del governo della Renania-Palatinato che garantì un ingente intervento economico per limare i debiti mentre l'11 marzo 2014 venne annunciato che il Nürburgring era stato venduto alla società Capricorn Development che ne assunse pieno possesso dal 2015, poi l'anno successivo fu la volta di un miliardario russo ne rilevò il 99% delle quote, per ora pare quindi che il sogno di mantenere in vita il Nurburgring possa continuare. 


La Gesamtstrecke (unione di Nordschleife e Südschleife) e la Configurazione moderna (Nordschleife e Gp-Strecke)
 

VIDEO ONBOARD

La nordschleife, il tracciato storico


L'attuale Nordschleife percorsa da Heidfeld


Layout anni novanta. M.Schumacher


Mark Webber sull'attuale Gp-Strecke