HOME PAGE‎ > ‎CIRCUITI‎ > ‎

Montreal



Il circuito di Montreal venne accolto dal mondo della Formula 1 con non poche critiche da parte di alcuni piloti "vecchio stampo" che, abituati a Mosport, ritenevano il tracciato dell'isola di Notre-Dame una sorta di Kartodromo, anche se con il passare del tempo il parere generale è globalmente cambiato, in parte grazie all'impoverimento tecnico dei circuiti inseriti nel calendario iridato, sempre più moderni e altrettanto piatti sotto ogni punto di vista. 

Nell'anno del "debutto" vinse la prima gara in F1 Gilles Villeneuve, cui fu intitolato il circuito alcune settimane dopo la tragedia di Zolder, da quel momento Montreal ha continuato ad ospitare il Gran Premio del Canada ad eccezione degli anni 1987 e 2009; la conformazione originale della pista vedeva i box sistemati nel tratto successivo al tornantino, al termine del quale si trovavano la linea del traguardo e poi un passaggio caratterizzato da una serie di veloci cambi di direzione fino ad una serie di varianti più lente che riportavano al tornante finale; nel corso della propria storia il tracciato canadese non ha visto particolari modifiche, se non per lo spostamento del "Via", dei box e della parte finale (un tempo iniziale) che ha subito variazioni fino a diventare un rettilineo inframezzato da una esse dove si trova il famigerato "muro dei campioni".


LAYOUT DI MONTREAL E VARIAZIONI

      



VIDEO ON BOARD

Condizioni difficili sul vecchio tracciato per Depailler


Anni 90, Senna e Prost in azione