HOME PAGE‎ > ‎CIRCUITI‎ > ‎

Jacarepagua



Nelson Piquet ha vissuto la particolare esperienza di correre in un circuito intitolato a sé stesso, dopo la conquista del terzo titolo mondiale gli venne "dedicato" il circuito di Jacarepaguà, tracciato permanente situato a circa 30 Km da Rio de Janeiro che ha ospitato il Gran Premio del Brasile di Formula 1 nel 1978 e dal 1981 al 1989.

Il circuito venne costruito nella seconda metà degli anni settanta e inaugurato nel 1977: lungo 5.031 metri con percorrenza in senso antiorario, essendo costruito su un terrapieno in prossimità di una laguna era caratterizzato da una particolare insidia dovuta dall'umidità che finiva per penalizzare la potenza dei motori. Dopo il breve rettilineo iniziale si svoltava a destra con la veloce Molyarte, seguita da una parte mista che portava al lunghissimo rettifilo Junção, terminante con la curva Sul da affrontare a velocità molto elevata, poi  un'altra parte mista  che reimetteva sul rettilineo iniziale con un'ultima svolta a destra molto lenta.

Abbandonato dalla Formula 1 che si è definitivamente trasferita sul rinnovato Interlagos, il circuito di Rio è stato in seguito utilizzato dalle formule nordamericane con un ovale trapezoidale ricavato all'interno dell'impianto e dedicato a Emerson Fittipaldi. Nel 2008 è iniziata la parziale demolizione del circuito che ha continuato a essere utilizzato per competizioni nazionali su una configurazione ridotta sino all'autunno 2012 quando i lavori legati ai giochi olimpici hanno portato alla chiusura definitiva della pista, demolita nei mesi successivi.


Mappa del circuito di Rio


Tracciato di Circuito di Jacarepaguá
VIDEO ONBOARD

Un giro di pista con Nakajima