HOME PAGE‎ > ‎CIRCUITI‎ > ‎

Hungaroring




Tracciato posto alla periferia di Budapest, considerato dai più come una sorta di Kartodromo in quanto breve, stretto e tortuoso, caratteristiche che rendono ostici i tentativi di sorpasso, cui si aggiungono problemi derivanti dallo scarso utilizzo, il ché porta ad avere tendenzialmente un tracciato sporco, specialmente al di fuori delle traiettorie convenzionali. 

Vi sono state alcune modifiche dal tracciato iniziale avviato nel 1986: inizialmente la curva 3 era una stretta chicane, abolita rapidamente creando un tornante con breve rettilineo che immette alla curva 4, da percorrere in accelerazione fino alla successiva staccata; dal 2003 è stato allungato il rettilineo principale e anche la anche il dritto dopo la curva 11 è stato prolungato eliminando una "Esse" e inserendo una curva brusca, in modo da favorire le staccate e incrementare le possibilità di sorpasso.

Nonostante le critiche per la larghezza ridotta e la serie di curve, negli anni passati l'Hungaroring ha offerto situazioni di spettacolo, come il duello Senna/Piquet nel 1986, la grande rimonta di Mansell nel 1989, o l'edizione 2006 caratterizzata da cambi climatici e colpi di scena; con l'avvento dei "Tilkodromi" il circuito ungherese ha guadagnato in popolarità, risultando più affascinante rispetto ai circuiti di nuova concezione, piatti e privi di contenuti tecnici.


 Il primo Layout

Hungaroring circuit 1986-1988.svg



Prime modifiche alla curva 3


Ultima versione



VIDEO ONBOARD

La prima edizione con P.Streiff


Nelson Piquet su Lotus - 1988


Un giro con Alonso, layout recente