HOME PAGE‎ > ‎CIRCUITI‎ > ‎

Hockenheimring



L'Hockenheimring fu costruito negli anni 30 e ha ospitato il Gran premio di Germania nel 1970 e poi dal 1977 al 2006 (escluso il 1985), iniziando dal 2007 l'alternanza con il nuovo Nurburgring.
Il tracciato iniziale aveva una forma triangolare a una lunghezza notevole, pari a 12 Km, mentre sul finire degli anni trenta iniziarono i lavori che portarono il circuito alla tradizionale forma ovale con curve velocissime e una lunghezza totale ancora superiore ai 7 Km, da percorrere in senso antiorario. 

Dal 1964 venne avviata la costruzione della sezione definita Motodrom, caratterizzata da una serie di curve piuttosto lente, e di tutta l'area del traguardo, con nuovi box e nuove tribune. Questo tracciato, lungo 6.768 metri (ora in senso orario) è stato utilizzato per oltre trent'anni con alcune modifiche, come quelle effettuate in seguito all'incidente mortale di Jim Clark in una gara di Formula 2 nel 1968, con l'inserimento di due chicane che interrompevano i lunghi tratti rettilinei, la prima delle quali fu dedicata al campione scozzese e costruita nel punto dove egli perse la vita, a circa metà del tratto che portava dalla prima curva (Nordkurve) alla Ostkurve; i problemi di sicurezza dati dalle strette vie di fuga e dalle incredibili velocità non cessarono: nel 1980 morirono sul circuito tedesco Patrick Depailler in test privati dell'Alfa Romeo Formula 1 e Markus Hottinger, durante lo svolgimento di una gara di Formula 2, mentre nel 1982 Didier Pironi terminò la propria carriera a causa delle gravi ferite riportate in un terribile incidente avvenuto nel corso delle qualifiche.

Nel 1982 venne inserita una serie di pneumatici per rallentare la Ostkurve (teatro del noto "scontro" tra Piquet e Salazaar), poi divenuta fissa negli anni novanta, periodo in cui le "Esse" dedicate a Clark e Senna vennero ulteriormente rallentate, anche se il layout rimase costante fino al 2002, quando su pressione da parte della Formula 1, che nei tratti boscosi non poteva esporre sufficienti cartelli pubblicitari e che pensava fosse più appetibile per gli spettatori un Gran Premio su un numero di giri maggiore, ma tra le proteste degli appassionati, nel 2002 il tracciato fu completamente stravolto.

Oggi Hockenheim ha purtroppo le caratteristiche classiche dei Tilkodromi, con curve secche e qualche allungo, con il solo Motodrom a costituire un punto di interesse, simbolo di un mondo come quello della Formula 1, sempre più distante dalla passione e dalla propria tradizione, in nome di logiche di mercato che, con il senno di poi, non hanno nemmeno portato a risultati commerciali.

 La configurazione di 12.045 metri 

 La configurazione di 7.725 metri 

 La configurazione di 6.768 metri 


 La configurazione di 6.789 metri utilizzata nel 1970 e dal 1977 al 1981 

 La configurazione di 6.797 metri utilizzata dal 1982 a fine anni ottanta


 La configurazione di 6.825 metri utilizzata negli anni novanta

Confronto tra il vecchio layout del circuito e quello introdotto nel 2002


VIDEO ONBOARD

Il circuito anni settanta



Derek Warwick sul velocissimo Hockenheimring



Quello che rimane del Ring ‎(M.Webber)‎