HOME PAGE‎ > ‎CIRCUITI‎ > ‎

Caesar's Palace



Il 7 maggio 1981 la federazione internazionale depennò dal calendario mondiale il Gran Premio degli Stati Uniti d'America-Est, che si disputava abitualmente a Watkins Glen, causa il mancato versamento degli organizzatori di quanto pattuito alle scuderie per l'edizione del 1980, la Commissione della Formula 1 propose per il 17 ottobre una gara a Las Vegas: nel parcheggio del famoso casinò Caesars Palace venne quindi allestito un circuito di 3.650 metri, molto criticato per la tortuosità che lo rendeva più simile ad un kartodromo che ad una pista di Formula 1, con una particolare forma che ricordava la lettera E e il giro in senso antiorario.

Nonostante i pochi punti tecnici e lo scarso valore riconosciuto alla pista, nelle due edizioni del 1981 e 1982 vennero corse due gare sicuramente di grande interesse: la prima (premiata tra l'altro come evento megli organizzato della stagione) teatro dell'ultima vittoria di Jones in F1 e della drammatica rimonta di Piquet su Reutemann, mentre nel 1982 si ricordano molti duelli in pista, la prima vittoria di Michele Alboreto e l'assegnazione dell'unico titolo a Keke Rosberg, con la Williams.

Già per l'edizione del 1982 venne messa in dubbio dagli organizzatori la permanenza del gran premio nel calendario iridato e nonostante l'accordo prevedesse il termine due anni più tardi, quella del 1982 fu l'ultima prova disputata a Las Vegas, che ospitò due gare del campionato Champ Car (su una configurazione raccordata all'esterno che lo rendeva simile ad un ovale) prima che su quell'area venisse edificata una nuova ala dell'Hotel.


Il layout del circuito americano


Risultati immagini per caesar's palace circuito

VIDEO ONBOARD

Un giro di pista virtuale ‎(Rfactor)‎