HOME PAGE‎ > ‎CIRCUITI‎ > ‎

Brands Hatch

Il circuito di Brands Hatch si trova nella contea inglese del Kent ed ha ospitato dodici edizioni del Gran Premio di Gran Bretagna di Formula 1 tra il 1964 e il 1986, in un periodo in cui divenne tradizione l'alternanza con la pista di Silverstone. Il tracciato misura 3,908 chilometri, costruito in una zona molto affascinante, con una parte molto veloce dentro il bosco e cambi di pendenza tali da incrementare la difficoltà di un layout già tecnico oltre a  favorire la visuale degli spettatori. 

Si parte con il semirettilineo Brabham Straight girando a destra per entrare in discesa alla Paddock Hill Bend, arrivando attraverso il breve rettifilo della Hailwood Hill al tornante a destra Druids Bend; nuova curva in discesa a sinistra (Graham Hill Bend) inserendosi lentamente alla Surtees tramite il breve tratto Cooper Straight, per poi affrontare in discesa il Pilgrim's Drop, a quel punto si affrontano una serie di curve veloci a destra (Hawthorn Bend, Westfield Bend e Dingle Dell) fino all'inserimento nella staccata della Stirling Bend, seguita da rettilineo Clearways, che immette nella finale Clark Curve proiettando i piloti sul traguardo. 

Dopo la morte di Jo Siffert nel 1971 il circuito fu migliorato per quanto riguarda la sicurezza e continuò ad ospitare gare di Formula 1 fino al 1986, gran premio vinto da Nigel Mansell, in una gara caratterizzata da una carambola al via che causò la fine della carriera del pilota francese Jacques Laffite, mentre Piquet nell'occasione fissò il nuovo record della pista in 1'06"961 ad oltre 210 KM/h di media; nonostante vari passaggi di proprietà e grandi ambizioni, la F1 non tornò più a Brands Hatch, in ogni caso sede di eventi rilevanti a livello internazionale.